Crea sito

TRATTAMENTI SHIATSU

TRATTAMENTI SHIATSU

La tecnica shiatsu permette di riequilibrare l’energia del ricevente.

La tecnica pressoria non è invasiva e l’operatore rimane sempre in ascolto di ogni più piccola reazione del ricevente, senza effettuare manovre brusche.

Ogni seduta dura una cinquantina di minuti e si esegue su un futon, con vestiti comodi. Non è necessario essere spogliati per far shiatsu.

Non ci sono controindicazioni per ricevere un trattamento shiatsu, né d’età, né di condizioni di salute: l’operatore si adatta a qualsiasi esigenza specifica, anche di tipo posturale.

Si può ricevere un trattamento dagli otto anni d’età in su, prima è consigliato il Tuina pediatrico. A tutela degli opeatori professionisti è nato il Cos (Collegio operatori professionisti) che opera sul territorio nazionale e detta precisi criteri formativi.

L’approccio Xin, elaborato da Franco Bottalo, mette l’operatore in stretta connessione con il ricevente, in quanto presuppone l’utilizzo di un ascolto particolare, quello del Cuore, “Xin” appunto.

L’operatore è in uno stato di “qui ed ora”, sospende il proprio giudizio per accogliere il ricevente e farsi carico della sua disarmonia cercando di riequilibrarla.

Il trattamento può essere effettuato anche su un’apposita sedia, per chi ha difficoltà a distendersi o per provare una diversa modalità.

Il soffio
Il soffio è “la via di guarigione” del Maestro Inoue Muhen, così come recita il libro dei soffi di Massimo Beggio. Nato in Giappone nel 1909, il monaco buddista ha girato l’Europa per far conoscere il suo metodo terapeutico e dedicando la sua vita ad alleviare e aiutare le persone che soffrono. E’ conosciuto come “Maestro dei soffi”. Il soffio è una tecnica che agisce sull’energia sottile ed è piuttosto potente. Può essere utilizzata nella zona dove c’è dolore, o sui punti di agopuntura basandosi sui principi della Medicina tradizionale cinese. E’ indolore per il ricevente e non invasiva, anzi piuttosto piacevole.

Taping neuromuscolare
Il taping è una tecnica che fa parte dei bendaggi. Il nastro che viene utilizzato sulla pelle del paziente può avere diverse funzioni: di massaggio e contenimento del muscolo dolorante, di drenaggio di eventuali liquidi e di messaggio al Sistema nervoso centrale. Viene utilizzato per contratture recenti, croniche e per un’azione sul sistema linfatico e venoso. Allevia il dolore, normalizza la tensione muscolare, rimuove le congestioni venose e linfatiche, migliora la vascolarizzazione sanguigna, corregge l’allineamento articolare e migliora l’assetto posturale. L’applicazione del nastro, insieme la movimento del corpo produce micromovimenti del nastro che stimolano i recettori cutanei e quelli degli strati sottostanti determinando una riposta muscolare riflessa. Il nastro di applica con diversi gradi di tensione, a seconda dell’effetto terapeutico desiderato.